La cena delle 60 vendemmie di Michele

La cena delle 60 vendemmie di Michele

Era il 1958 quando Michele Chiarlo scrisse per la prima volta il suo nome su di una bottiglia di Barolo. Da allora sono passati quasi 22 mila giorni: 60 anni in cui Michele ha imparato a conoscere e valorizzare il territorio di Monferrato, Langhe e Gavi come pochi altri hanno saputo fare.

Merito anche del suo eccezionale palato, anzi della “memoria” del suo palato, perché sono ormai pochi i produttori che possono vantare di ricordare tante annate come quelle che Michele ha assaggiato nella sua vita professionale.

L’anniversario sarà un momento importante, che l’azienda celebrerà con una cena altrettanto prestigiosa, in programma mercoledì 3 ottobre al ristorante “Tra la Terra e il Cielo” nel castello di Moasca, ore 19.15.

Sarà una cena di beneficenza, a cui sarà possibile partecipare previa prenotazione, curata da quattro ristoranti stellati del territorio: il San Marco di Canelli, il Guido da Costigliole di Santo Stefano Belbo, Il Cascinale Nuovo di Isola d’Asti e Cà Vittoria di Tigliole. Un «menù a 8 mani» inedito, accompagnato dai migliori vini della cantina di Calamandrana.

Durante la serata, la famiglia Chiarlo ricorderà le tappe più significative della storia “vinicola” di Michele: dall’impegno profuso nella valorizzazione del vitigno Barbera, che ha portato al riconoscimento della denominazione Nizza, alla produzione dei suoi cru di Barolo, resa possibile grazie alle acquisizioni di Cannubi e Cerequio.

Un cammino, quello di Michele, sempre sostenuto dai figli Alberto e Stefano, ma, sopra ogni cosa, da una immensa passione per il territorio, che ha portato Michele alla realizzazione di progetti legati all’arte, alla cultura e alla solidarietà.

UNA CENA DI BENEFICIENZA

L’incasso netto della serata verrà devoluto all’Associazione AgerS “I Talenti” di Calamandrana per sostenere il progetto “La Porta è Aperta” – dedicato all’inclusione sociale, ricerca, apprendimento e occupazione dei giovani affetti da disabilità intellettive come autismo e sindrome di down.

«Ho voluto festeggiare dando un senso più profondo a questo traguardo, devolvendo il ricavato ai giovani affetti disabilità intellettive per aiutarli a trovare un’occupazione attiva nella nostra comunità»

Michele Chiarlo

BAROLO ALL’ASTA

Durante la serata saranno inoltre messi all’asta 3 lotti speciali: una cassa con le 6 migliori annate della Barbera La Court, una con le 6 migliori annate di Barolo Cerequio e una terza con 6 annate storiche dei migliori Barolo di Chiarlo.

Per info e prenotazioni

Alberto Colla (Hospitality Manager)
Mail a.colla@chiarlo.it
Tel. +39 345 2510469

FACEBOOK

Michele Chiarlo Official Page