Sulle Langhe, ad energia elettrica

Sulle Langhe, ad energia elettrica

Michele Chiarlo ha fatto della sostenibilità uno dei punti chiave della sua filosofia. Ecco perché a Palás Cerequio, tra i più prestigiosi cru di Barolo sono state installate le stazioni di ricarica Tesla: innovazione e ambiente non sono mai andati così d’accordo.

Una delle avventure imprenditoriali più affascinanti degli ultimi decenni è certamente quella di Elon Musk, CEO di Tesla Motors, il più celebre brand di automobili elettriche al mondo. Ciò che davvero contraddistingue il pensiero del multimiliardario di origine sudafricana, oggi cittadino Usa, è un concetto semplice e al contempo spiazzante: «Salvare l’umanità dall’autodistruzione».

Un obbiettivo che ha portato Musk a “combattere” su più fronti. Da una parte con il progetto SpaceX, il cui obbiettivo finale è quello di portare l’uomo su Marte, rendendo disponibili le risorse del Pianeta Rosso. E ancora, l’energia fotovoltaica, che grazie alla società SolarCity ha dato vita ad uno dei progetti più coerenti e sistematici di innovazione dei pannelli solari, per liberarci definitivamente – così dice Musk – dalla schiavitù delle energie da fonti non rinnovabili.

Tesla Motors
Quando nel 2004 Elon Musk divenne il chairman di Tesla Motor, molti credettero che lo facesse per possedere un giocattolo
lussuoso. Nel giro di quattro anni però, la Tesla si affermò come la più prestigiosa azienda di automobili elettriche a livello globale. È pur vero che le prime auto progettate furono “supercar” dai prezzi inavvicinabili e un target di pubblico altolocato.

Tuttavia, gli esperimenti su quei motori e le loro incredibili prestazioni (comparabili a quelle di un’auto a benzina) hanno permesso alla Tesla di cominciare a produrre auto molto più economiche che, nel giro di qualche anno, diventeranno accessibili al grande pubblico. L’idea vincente di Elon Musk, oltre alla ineguagliabile tecnologia a trazione elettrica, è stata quella di investire nella distribuzione delle colonnine di ricarica, fondamentali per l’autonomia delle auto elettriche. Nel 2012 inizia una campagna globale di costruzione dei Superchargers, punti di ricarica superveloci e gratuiti per tutti i possessori dei modelli Tesla.

Alle Superchargers si sono affiancate le Charging destination, ovvero le «destinazioni di ricarica». Si tratta di punti di
particolare interesse turistico e strategico dove i possessori delle auto Tesla possono ricaricare l’auto mentre si fermano a dormire, a riposare o fare shopping in strutture e luoghi di pregio o di interesse. Le Charging destination formano una vera e propria rete di eccellenze, verso le quali i guidatori Tesla sono invitati a viaggiare per unire l’utile della ricarica al dilettevole della permanenza. Ad oggi, tra Superchargers e Charging destination, Tesla Motors possiede una delle più vaste reti mondiali private di ricarica per auto elettriche, completamente gratuita.

Tesla e Chiarlo
Chiarlo, la cui filosofia aziendale dedica particolare attenzione alla sostenibilità, ha immediatamente sposato il progetto Tesla installando una Charging destination presso Palás Cerequio, il primo Relais dedicato ai cru di Barolo che sorge a La Morra, cuore vitivinicolo delle Langhe.

La posizione del Palás è strategica. Sull’asse Nord-Sud e a metà strada tra Torino e la Liguria, dove si trovano altre ricariche Tesla, mentre sull’Asse Ovest-Est, La Morra può essere una prestigiosa tappa enoturistica tra Montecarlo e Milano. Per i possessori di una Tesla, soggiornando presso il Palas Cerequio, è possibile ricaricare gratuitamente la propria auto, senza spese aggiuntive.
La Charging destination di Palás Cerequio è una delle 6 stazioni di ricarica attualmente presenti sul territorio delle Langhe. È possibile conoscere le altre ubicazioni attraverso il sito della Tesla Motors o attraverso l’apposita App.

Sostenibilità “elettrica” e paesaggio
Il progetto Tesla si inserisce all’interno di una politica aziendale fortemente improntata al green. Palas Cerequio, ad esempio, abbina la colonnina di ricarica Tesla alle E-Bike elettriche a pedalata assistita, a disposizione di tutti i clienti che vogliono, secondo la filosofia di Chiarlo, «fare esperienza dei migliori cru in Piemonte» all’interno di un territorio che, per bellezza e tradizioni, è stato riconosciuto Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco.