Nasce il Michele Chiarlo Wine Club: privilegiare le nostri passioni

Nasce il Michele Chiarlo Wine Club: privilegiare le nostri passioni

I veri privilegi sono luoghi dove le passioni trovano il giusto spazio. Non è una questione di status, ma di libertà: la consapevolezza di vivere un’opportunità secondo una nuova dimensione di pienezza, di soddisfazione e di godimento.

Abbiamo pensato al nostro Wine Club come ad uno di questi luoghi. Uno spazio personale dove il prestigio delle offerte è proporzionale alla loro singolarità, alla capacità di ciascuno di declinare l’esclusività secondo la propria voglia di mettersi in gioco e di esprimere sé stessi. 

Questa l’essenza del MICHELE CHIARLO WINE CLUB. Un modo per gratificare chi da sempre segue la nostra cantina e i suoi sforzi di legare la qualità dei prodotti alla bellezza del territorio, in una sfida di eccellenze (paesaggi e lavoro dell’uomo) che è alla base del nostro modo di intendere la vitivinicoltura. Ma anche un’opportunità per chi ci ha appena scoperto e desidera condividere con noi il privilegio di vivere in uno dei territori vinicoli più celebri e qualitativamente apprezzati a livello mondiale. 

Che cos’è il Michele Chiarlo Wine Club?
Michele Chiarlo, il fondatore, vinifica dal 1956 i migliori Crus del Piemonte. La sua memoria  – e il suo palato – contano oltre 60 vendemmie, intrinsecamente legate alla storia enologica del Monferrato, delle Langhe, del Roero e del Gavi, colline dove sorgono i nostri vigneti di proprietà, seguiti ancora oggi in maniera diretta e personale.
Oltre mezzo secolo di ricerca e sperimentazione, di grandi e grandissime annate, di edizioni limitate e speciali che ancora oggi rappresentano pietre miliari della storia vitivinicola piemontese. 

Il nostro Wine Club vuole concedere a tutti la possibilità di far parte di questa storia, di accedere ad una serie di privilegi pensati non solo per gustare bottiglie introvabili, ma per far parte della vita stessa di Michele Chiarlo, anche attraverso eventi e occasioni d’incontro tra gli appassionati e il produttore. 

Grazie al Chiarlo Wine CLUB si potrà accedere direttamente a:

  • Rare e vecchie annate ormai introvabili o fuori commercio
  • Edizioni limitate, esclusive o speciali delle etichette Michele Chiarlo 
  • Cene con il produttore
  • Eventi speciali con accesso dedicato ai membri del Wine Club
  • Insider newsletter volte a far conoscere il mondo di Michele Chiarlo dall’intero 

Come si diventa soci?
Diventare socio è semplicissimo e completamente gratuito. Puoi registrarti attraverso l’apposito form on-line o direttamente in cantina. Bastano il nome e una mail. L’iscrizione al Club apre immediatamente le porte ai privilegi dei soci, dedicati alle tue passioni. 

Come funziona il Michele Chiarlo Wine Club?

Per ricevere in esclusiva le offerte del nostro wine Club basta iscriversi alla newsletter.

A scadenza mensile verranno battuti alcuni lotti: bottiglie introvabili, grandi annate, edizioni limitate, biglietti per eventi esclusivi o cene con il produttore. Ogni offerta, limitata nel tempo e nelle quantità, verrà comunicata unicamente ai soci, che potranno esercitare il loro privilegio prenotandola direttamente da un form a loro riservato. 

La fedeltà al Wine Club e la partecipazione attiva regaleranno nuove e più intense emozioni: servizi sempre più esclusivi, reward e gift selezionati e progettati su misura per ciascun socio.

Il Primo Lotto
Il primo lotto del Chiarlo Wine Club sarà composto da due annate di La Court, il Nizza Docg Riserva che ha contribuito in modo fondamentale ad affermare la qualità e l’identità di questa denominazione.
Una Barbera “in purezza” proveniente da una delle zone del Monferrato storicamente più vocate a questo vitigno. 

Solo 10 lotti a disposizione dei soci, ciascuno composto da 4 magnum, due per annata, per un totale di 80 magnum (su di una produzione complessiva di 200):

2 Magnum di Nizza Docg La Court 2013, 3 Bicchieri Gambero Rosso
2 Magnum di Nizza Docg Riserva La Court 2015, 95/100 da Wine Enthusiast

 

Scopri il Michele Chiarlo Wine Club
Privilegiamo la passione